Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SAGAS Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte, Spettacolo
Home page > Didattica > Master > Archivistica, Biblioteconomia e Codicologia > Edizione master a.a. 2013/14-2014/15 > Ricordo di Francesca

Ricordo di Francesca

         Francesca ha deciso improvvisamente di lasciarci ieri mattina.

         Francesca aveva svolto tutto il corso degli studi presso l'Università degli Studi di Firenze nella nostra Facoltà di Lettere e Filosofia provenendo da studi superiori classici compiuti a Napoli, sua città natale alla quale era fortemente legata da un affetto che non le impediva di vederne e denunciarne le difficoltà.

         Fin dalla sua laurea triennale in Operatore dei Beni culturali, Francesca aveva messo in luce una intelligenza pronta e vivace e una notevole curiosità intellettuale, che alimentava con grandi letture e coltivando svariati interessi culturali.

         Affascinata dalle scienze biblioteconomiche e dalla storia, in particolare da quella legata ai temi della riforma, Francesca era riuscita a coniugare queste due passioni nella sua tesi magistrale, indirizzata allo studio della parte antica del fondo Antonio Rotondò, da poco pervenuto in dono alla Biblioteca Umanistica (La Biblioteca di uno storico. Il fondo antico Rotondò nella Biblioteca Umanistica dell'Università di Firenze).

Del lavoro di tesi aveva dato conto agli studiosi in una comunicazione, Itinerari di storia della tolleranza: la biblioteca di Antonio Rotondò, pubblicata in «La fabbrica del libro», anno XVII, n.2, 2011 p. 36-42.

         Questa grande attrazione culturale per i due settori di ricerca, l'aveva condotta a vincere un posto nel Dottorato in Storia dell'Università degli studi di Torino con il progetto di ricerca Composizione della Istoria civile di Pietro Giannone (1723-1799). Per una possibile edizione critica, riuscendo a ottenere anche una borsa di studio della Fondazione Einaudi.

         Il soggiorno torinese aveva fatto maturare in Francesca la consapevolezza che avrebbe preferito dedicarsi alla professione bibliotecaria. Da qui la decisione di interrompere il Dottorato e la conseguente iscrizione al nostro Master biennale, che stava frequentando con la solita intelligenza, curiosità e passione, accettando con entusiasmo la proposta di collaborare alla correzione di parte delle bozze dell'ultimo libro del Prof. Guerrini, Coordinatore del Master. In parallelo, stava svolgendo il servizio civile nel nostro Sistema Bibliotecario di Ateneo, nel polo di Scienze.

Lascia in tutti noi che l'abbiamo conosciuta un vuoto doloroso e  incolmabile.

   Firenze, 22 maggio 2014                               

 
ultimo aggiornamento: 10-Lug-2014
Unifi Home Page

Inizio pagina